Università degli Studi di Salerno

Salerno, Italia

Email

hetor@routetopa.eu

Lun-Ven

09.00-18.00

FB: progettohetor

IG: progetto_hetor
La Cipresseta di Fontegreca

La Cipresseta di Fontegreca

Scoprite con noi la Cipresseta di Fontegreca, un piccolo angolo di paradiso racchiuso nel Parco Regionale del Matese.

Una delle tante foreste regionali della Campania, la Cipresseta di Fontegreca è, come anticipa il nome stesso, un bosco di cipressi di circa 70 ettari.

È meta di molti turisti, soprattutto amanti della natura e del trekking: al suo interno, infatti, è possibile rilassarsi nelle aree pic-nic ma anche avventurarsi nei suoi sentieri, alla scoperta di questo magnifico bosco.

La Cipresseta si trova nel piccolo comune di Fontegreca, in provincia di Caserta. Questo suggestivo borgo sorge sulle pendici del monte La Rocca ed è caratterizzato da un’atmosfera accogliente e allo stesso tempo affascinante: tra i suoi vicoletti si incrociano numerosi palazzi storici ma anche abitazioni tipiche in pietra locale.

Oggi il comune conta poco più di 750 abitanti ma, ciononostante, è meta di numerosi visitatori. Proprio ai confini del borgo inizia il sentiero che vi porterà al bosco.

 

Salendo per via Madonna dei Cipressi vi imbatterete come prima cosa nel Santuario della Madonna dei Cipressi e nell’annessa Grotta della Madonna.

La leggenda vuole che la figura della Madonna apparve a due pastori proprio in questa grotta che, da allora, ha preso il nome di Grotta della Madonna dei Cipressi.

Il sentiero prosegue seguendo il percorso del fiume Sava, tra piccole cascate e un bellissimo torrente.

Oltre allo spettacolo d’acqua, ciò che costituisce la vera ricchezza di questo bosco è sicuramente la sua vegetazione.

 

La Cipresseta di Fontegreca è appunto chiamata così per la grande quantità di cipressi che custodisce, presentandosi come un vero e proprio bosco.

Il bosco dei Zappini, così viene chiamato, deve il suo nome ad un “errore” dei francesi: giunti in quest’area confusero i cipressi con gli abeti, indicandoli come sapin, abete, da cui zappini.

Con i suoi 70 ettari, è uno dei boschi di cipressi più grandi d’Italia, oltre ad essere anche uno dei più antichi, con alberi vecchi oltre i 500 anni. Inoltre al suo interno è possibile trovare il cupressus horizontalis, una rara varietà di cipresso.

Da anni la Cipresseta è oggetto di studio da parte dell’Istituto per la Protezione delle Piante del CNR, in quanto i suoi cipressi sono particolarmente resistenti e, in alcuni casi, totalmente immuni al cancro alla corteccia che ha decimato migliaia di cipressi del Mediterraneo.

 

Oltre il bosco di cipressi, tutta l’area è caratterizzata da una folta vegetazione attraversata dal fiume Sava che, snodandosi tra i vari sentieri, forma diverse cascate naturali. Lo scenario è suggestivo e allo stesso tempo rilassante: lasciatevi cullare dal rumore dell’acqua e dall’aria fresca che vi accarezza.

Infatti passeggiare qui è sicuramente piacevolissimo ma anche rinfrescante: in Cipresseta troverete sempre una temperatura di 5 gradi in meno rispetto alla temperatura standard, ideale per allontanarsi dalla calura dei mesi estivi.

Qui potrete trascorrere qualche ora completamente immersi nella natura, in completo relax. Non vi resta che visitarla!